Caricamento pagina ...

Athena Facciate Srls: progettazione, realizzazione e montaggio di facciate ventilate e continue. Pareti ventilate e rivestimenti esterni. Installazione cappotti termici.

Facciate ventilate  Athena
  • 0761 170 89 89 info@athenafacciate.com
  • Via Treviso, 23/D Viterbo (VT) | Italia
  • Lun - Ven 8.30 - 12.30e 15.00 - 18.30

Rilievi topografici con tecnologia laser scanner

La progettazione di facciate ventilate, sospese o puntuali in vetro, in un edificio, sono una soluzione costruttiva complessa, dove tutto deve essere studiato, esaminato, verificato e controllato prima della messa in produzione e quindi successivamente della messa in opera, sia della struttura di sostegno, che dei moduli di paramento, in modo da evitare, durante le fasi della realizzazione, modifiche, anche sostanziali, che farebbero lievitare notevolmente sia i costi che le tempistiche. L’azienda attraverso tecnici specializzati, diretti e coordinati dal nostro Team Manager dopo la presa visione degli elaborati di progetto della posizione geografica, della forma architettonica, dell’ esposizione dell’edificio rispetto al movimento solare nei vari periodi dell’anno, realizza rilievi topografici con tecnologia laser scanner

Le immagini dell’energia rilevate con la termocamera, vengono rappresentate sotto forma di immagini a colori. Queste sono la mappatura termica sulla superficie dell’oggetto. Ecco perché possiamo considerare la termografia uno strumento non distruttivo.

La termografia ricopre un ruolo fondamentale nell’individuazione preventiva di anomalie. L’indagine termografica indica con precisione, basandosi su differenze di temperatura superficiali, il punto preciso dove intervenire. Si deducono chiaramente le potenzialità di tale tecnica sottolineando come, un rilievo termografico, sia sinonimo di vantaggio economico per l’utenza. Basti pensare a quanto sia costoso, in taluni casi, il fermo impianto di un’unità produttiva oppure la ricerca perdite in un impianto idraulico. La termografia è tra le metodiche non distruttive maggiormente utilizzate nella diagnostica delle patologie edilizie. Infatti tutti gli edifici, anche se realizzati a regola d’arte, sono soggetti a degrado a causa dell’invecchiamento dei materiali e della prolungata mancanza di manutenzione.

La termografia, come tutte le altre prove non distruttive consente:

  • di poter operare all’interno degli edifici senza dover sospendere le normali attività, limitando al minimo i disagi per gli abitanti;
  • di evitare ulteriori traumi a strutture dissestate, limitando il numero dei saggi distruttivi ai punti realmente rappresentativi per la formulazione del quadro diagnostico generale.

VERIFICA DELL’ISOLAMENTO

Dispersioni termiche dovute a deficienza di coibentazione. Conoscere il livello di isolamento termico della tua abitazione può esserti molto utile per identificare eventuali sprechi e decidere se e come intervenire per contenerli. Grazie alla termografia potrai farlo in modo preciso e non invasivo, evidenziando tutte le criticità di tipo termico. I materiali, i metodi di costruzione ed il loro degrado nel tempo, possono rendere gli edifici vulnerabili alle aggressioni climatiche, generando spese e consumi energetici molto alti per il riscaldamento invernale ed il raffrescamento estivo. L’analisi termografica, precisa e non invasiva, si rivela quindi lo strumento al servizio delle opportunità di risparmio energetico, alla ricerca delle dispersioni energetiche degli edifici e dei problemi strutturali di interi edifici.

VERIFICA DEI PONTI TERMICI

Conoscere il ponte termico, può esserti molto utile per farti risparmiare sui consumi. Grazie alla termografia potrai individuare i punti di criticità di tipo termico ed andare così ad intervenire laddove è necessario Il ponte termico è tra i principali responsabili delle perdite di calore in un edificio. Questo perché esso provoca scambi di temperatura: d’inverno conduce calore dall’interno di una casa verso l’esterno, d’estate lo veicola dall’esterno all’interno. I ponti termici possono essere all’origine di danni all’edificio compromettendone la durabilità nel tempo dovuti ai fenomeni di condensa superficiale e favorire la formazione di muffe. Inoltre, provocando la dispersione di calore, fanno lievitare le spese di riscaldamento e riducono il comfort abitativo. Conoscerli ed individuarli, ti farà risparmiare sui consumi energetici e di conseguenza sulle bollette migliorando anche l’aspetto igienico-sanitario dell’ambiente in cui vivi ed aumentando la vita del tuo immobile.